La visione di Legno Sinergia

L’innovazione tecnologica prende il nome di Seismic Brake Panel

 

 

 

 

L’innovazione è il modo di competere nel panorama tecnologico: analizza i reali bisogni dell’uomo, offre azioni concrete ed elabora soluzioni eccellenti, sostenibili ed accessibili alla comunità. La visione della Cooperativa sociale Fratelli è Possibile (Santarcangelo di Romagna) si ispira allo sviluppo di una in-novazione a misura d’uomo: nasce dalla ricerca, dallo studio e dal perfezionamento di un sistema altamente tecnologico che garantisce il raggiungimento del grado di sicurezza della persona nelle costruzioni che abita, frequenta e vive. L’obiettivo ha permesso di attuare una piccola scoperta in ambito dell’edilizia che si distingue per le sue caratteristiche dissipative in condizioni di sisma. Si tratta del Seismic Brake Panel, elaborato nel progetto/marchio della Cooperativa, Legno Sinergia, e da un team eterogeneo di professionisti e universitari del Dipartimento di Ingegneria Civile di Bologna (DICAM) nelle figure del Prof. Marco Savoia e del prof. Luca Pozza. L’invenzione è il nuovo brevetto per un dispositivo antisismico di dissipazione diffusa, la cui composizione si traduce nell’assemblaggio di tre o più tavole in legno “ingegnerizzato” le superfici di contatto tra questi elementi vengono rivestite da materiale abrasivo e unite con un sistema di serraggio (viti, bulloni e rondelle spezzate) che permette la necessaria precompressione (coppia di serraggio) e la conseguente rotazione. In caso di evento sismico le aree di contatto lavorano trasformando l’azione orizzontale del sisma in moto circolatorio e sfruttando il principio di attrito tra le superfici, dissipano l’energia. La performance si traduce nella limitazione delle accelerazioni di piano e nella risposta elastica del fabbricato. La peculiarità del Seismic Brake Panel permette di realizzare strutture in legno in grado di non subire danni dopo il verificarsi di un sisma di elevata intensità; la ricerca risponde così ai requisiti di sicurezza, agibilità post sisma, funzionalità dell’opera che sostiene un modello organizzativo di ripresa dell’attività sociale ed economica, caratteristico di qualsiasi territorio. Il pannello può inserirsi in contesti strutturali eterogenei, perché è un elemento leggero, non invasivo e dissipativo. L’innovazione tecnologica del brevetto porta con sé un nuovo approccio nel fare network: l’investimento di una cooperativa che compete in maniera adeguata con organizzazioni profit, enti di ricerca per elaborare un prodotto innovativo, unico, sostenibile e all’accessibilità umana.

www.legnosinergia.it

www.fratellipossibile.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu